Il citrus aurantium, ossia l’arancio, è un albero da frutto che appartiene al genere Citrus (famiglia Rutaceae) e il suo frutto è chiamato arancia. Può essere alto fino a 10 metri ed è caratterizzato da foglie allungate e piuttosto corpose e da splendidi fiori bianchi. I suoi germogli sono sempre verdi e i suoi frutti sono costituiti da bacche piuttosto grandi, chiamate anche esperidi. Per trovare l’origine del nome bisogna risalire alla mitologia greca in cui si parla appunto dell’arancio e si narra di come questi alberi crescessero nel giardino delle Esperidi, tre bellissime fanciulle, figlie di Atlante e della Notte. L’origine dell’albero si fa risalire alla Cina e al Giappone, ma è anche molto facile trovarlo in Spagna, Grecia e Italia, dove è stato importato prima dagli arabi ed in seguito dai mercanti genovesi. Si ritiene che sia stato diffuso in Italia nel XIV sec, in particolare in Sicilia, dove da allora gli aranceti rappresentano il caratteristico paesaggio delle campagne e dove se ne coltivano molte varietà.

Le arance
Il termine “agrumi” con il quale si classificano le arance, si riferisce al suo gusto acidulo o agre. Sono il frutto che caratterizza l’inverno: infatti la sua maturazione avviene dal mese di novembre fino alla primavera e si possono raccogliere addirittura fino a giugno – luglio e i frutti che possono essere raccolti in un anno sono circa 500.
Esso si presenta con una scorza esterna piuttosto ruvida chiamata pericarpo, che inizialmente ha una colorazione verde ma, via via che avviene la maturazione, il colore varia dal giallo all’arancione, fino ad arrivare al rosso. La parte interna si chiama invece endocarpo, è naturalmente commestibile, polposa e suddivisa in spicchi più o meno sugosi, a seconda delle varietà: nei mercati infatti, generalmente le arance cosiddette “da tavola” vengono separate da quelle che si acquistano unicamente per la spremitura. Ma anche la buccia di questo agrume viene sfruttata: da essa infatti si ricava un olio essenziale e spesso viene trattata per realizzare “canditi”, ottimi per la preparazione di alcuni caratteristici dolci.

Related Posts


Bentornati!!!!!!!!

Ci vediamo prestissimo  con la nuova produzione. A presto    

17.09.2021

Gelato all’arancia e cannella

Ingredienti 600 gr spremuta fresca d’arancia 160 gr acqua 230 gr zucchero Cannella macinata Scorzette di arancia Filtrate la spremuta di arancia e ponetela in frigo Unite insieme l’acqua con lo zucchero Aggiungete  mezzo cucchiaino raso di cannella macinata Fate sobbollire per 5 minuti e lasciate riposare lo sciroppo per 30 minuti Aggiungete la spremuta […]

05.07.2021

Tiramisù con zucche e arance

Per Halloween ecco il tiramisù con la zucca e le arance, adatto all’occasione per la presenza della zucca, ma a cui le arance danno un piacevole profumo e un gusto fresco.  Per preparare questo goloso dolce per Halloween potete usare la polpa della zucca. Seguiamo la ricetta del tiramisù e prepariamoci a festeggiare! Ingredienti per quattro persone 2 dl di succo […]

21.10.2020

Comments